AIACE - Associazione Italiana Amici Cinema d'Essai

INVIDEOMilano Film Network

english

|

italiano

Home / INVIDEO / Edizioni Precedenti / INVIDEO 2016 / Amaducci

Inconsci tecnologici: personale di Alessandro Amaducci

Radicale sperimentatore, esploratore di tecniche e di effetti, artista e studioso, docente. Il profilo di Alessandro Amaducci è del tutto originale nel panorama italiano. INVIDEO gli dedica una personale che, attraverso “generi” e raccolte di opere, ritrae oltre vent’anni di attività. Fra immagini simboliche e riferimenti poetici, echi filosofici, memorie, si dipana una riflessione audiovisiva – fra  analogico e digitale – densa, ricca di richiami, intrecciata con varie arti eppure radicalmente altra.

Alessandro Amaducci (Torino, 1967) è videoartista, teorico e storico delle arti elettroniche, su cui ha pubblicato vari libri. Insegna al DAMS di Torino. Ha alternato la sua attività artistica fra fumetti, fotografia, teatro e musica. Attualmente realizza video di videoarte, videoinstallazioni, documentari, videoclip, spettacoli multimediali e live video, curando in parte anche gli aspetti musicali. Realizza anche fotografie digitali.

Programma

VENERDì 18 NOVEMBRE

22.00 @ SPAZIO OBERDAN

Electric Self Anthology: Electric Self (2006-2016), 4’; Post Rebis, 2016, 3’40’’; The Web, (2007-2016), 7’; In the Cave of Technology, 2013, 5’38’’; Black Data, 2012, 4’; Pagan Inner, 2010, 6’30’’; Bloodstream, 2010, 7’30’’; Discussion on Death, 2006, 6’

Video-pitture/Video-paintings: Cattedrali della Memoria, 1994, 7’

Videodanza/Video-dance: Anatomy Theater, 2011, 3’30’’; Not with a Bang, 2008, 5’12’’; Greetings from Hell, 2008, 3’30’’

Videopoesia/Video-poetry: Spoon River, 1999-2007, estratto/extract 7’; Illuminazioni-Arthur Rimbaud, 1994, estratto/extract 5’